Speriamo3...

Sezione dedica alle news in generale

Moderatori: mauro, pierre

Rispondi
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Speriamo3...

Messaggio da prato »

Oggi a Verona il ministro Lollobrigida ha parlato anche di ippica...
«È un mondo che va riorganizzato, ridefinito, immaginato secondo le nuove criticità che sono emerse con il cambio dell’intero sistema negli ultimi trent’anni.
Non deve essere una zavorra, per il nostro sistema, ma un modello che viene riscoperto.
Avremo quindi un confronto con le associazioni di categoria e di settore e con gli altri ministeri per creare un piano strategico, ovviamente mantenendo anche una correlazione con le altre istituzioni, partendo dai Comuni, e ragionare su come svilupparlo o meglio rimetterlo al centro dell’attenzione.
Negli ultimi anni, ripeto, in merito al mondo dell’ippica si è diffusa la considerazione che sia una zavorra della quale liberarsi velocemente e noi invece la riteniamo una risorsa»
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

Ministro Lollobrigida a Capannelle: "Vogliamo ridare centralità al mondo dell’ippica"
"L’ippica non può essere percepita come una zavorra, ma come un’occasione. Il nostro obiettivo è quello di restituire al movimento il ruolo che deve avere". Lo dice Francesco Lollobrigida, neo Ministro dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare e delle Foreste che è stato l’ospite d’onore dell'attesissimo pomeriggio di trotto all’Ippodromo Capannelle, dedicato alle due finali (maschile e femminile) del Gran Premio Anact – Memorial Ubaldo La Porta. Tanti gli argomenti affrontati dall’onorevole Lollobrigida alla sua prima uscita ufficiale all’Ippodromo Capannelle, definito "il più importante tra i 43 impianti italiani, centro di gravità permanente del movimento ippico nazionale".

"Il mondo dell’ippica, caratterizzato da passione e lavoro, aveva una sua centralità trenta anni fa, andata smarrita nel tempo, soprattutto in Italia visto che in altri paesi non è così. Evidentemente sono stati commessi degli errori, non solo da parte della politica, però ci si dovrebbe interrogare sul perché in alcune nazioni quello dell'ippica sia ancora un settore centrale e in Italia no, oppure perché in tanti nostri professionisti debbano andare all’estero per svolgere il proprio lavoro. Noi vogliamo trovare soluzioni senza pensare di averle già adesso dopo un mese di lavoro in questo Ministero. Io non credo, ad esempio, che lo scioglimento dell’Unire sia stata una scelta particolarmente intelligente, perché la gestione di questo mondo aveva una sua struttura tecnica e una tradizione organizzativa che ovviamente nella gestione ministeriale non poteva essere ritrovata immediatamente. Però si poteva lavorare per creare una strategia organica".

"Ora però dobbiamo pensare al futuro e con i vari dirigenti abbiamo già parlato di quello che vorremmo provare a fare, partendo però da un interrogativo fondamentale: Va tutto bene così? Io non penso. E non dipende da quanto si spende in questo ambiente, ma di come si spende. I soldi, se spesi bene, non sono mai troppi. Ecco quindi la necessità di ragionare come una filiera complessa per evitare dispersioni e per raggiungere in qualche anno l’obiettivo di restituire all’ippica il ruolo che le compete -ha aggiunto Lollobrigida-. Questo è un mondo difficile da catalogare, è considerato spettacolo ma io penso sia un’attività che può rientrare nel mondo dello sport, anche come sport associato. Ne abbiamo parlato con il ministro Abodi e con le federazioni che fanno resistenza ad un modello d’integrazione che a mio avviso mette in condizione di avere sostegni maggiori dal punto di vista economico e strutturale per questo tipo di attività".

A fare gli onori di casa, naturalmente, l’ing. Elio Pautasso, Presidente di Federippodromi e Direttore generale Hippogroup Roma Capannelle: "Siamo onorati della presenza dell’On. Lollobrigida, un momento importante per l’inizio di un confronto con il Ministero che ci auguriamo proficuo e duraturo".
Avatar utente
Blackhorse
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 1364
Iscritto il: 30/05/2020, 15:13

Re: Speriamo3...

Messaggio da Blackhorse »

Sembra veramente che questo governo voglia ridare centralità all'ippica!
Vedere alle Capannelle un Ministro, tra l'altro ai microfoni di EquTV, è un fatto che ci eravamo totalmente dimenticati.
Allegati
WhatsApp Image 2022-11-19 at 14.34.18.jpeg
WhatsApp Image 2022-11-19 at 14.34.18.jpeg (89.71 KiB) Visto 122 volte
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

Manovra – Società di corse: “Con questi tagli dal 1 gennaio l’ippica chiude”. La situazione

Pochi minuti fa è arrivato un importante comunicato congiunto, il cui contenuto è riportato qui sotto integralmente:

Le Società di Corse che gestiscono gli ippodromi elencati in calce sono venute a conoscenza del contenuto del disegno di legge del bilancio previsionale dello Stato (n. 643) per gli anni 2023-2025 depositato alla Camera dei Deputati.

Con estremo stupore si è rilevato che al capitolo 2297 “Sovvenzioni per le società di corse per l’organizzazione delle corse ippiche..” è previsto, per l’anno 2023, uno stanziamento di appena 41,3 milioni di euro rispetto ai 46,5 milioni di euro dell’anno 2022. Nelle note si legge che “lo stanziamento è stato ridotto per tener conto della riduzione delle entrate relative ai giochi ippici”.

Tale riduzione di risorse, che si aggiunge ai tagli di oltre il 75% già effettuati a partire dal 2012 ad oggi, a parità di prestazioni e servizi resi richiesti dal Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste alle aziende, non consente la continuità aziendale alle stesse Società che già da anni sopportano perdite di bilancio aggravate, nel corrente anno, dall’ingente incremento dei costi di gestione (energia elettrica, carburanti, materie prime ecc.).

Le società di corse da mesi hanno rappresentato a tutti gli Organi competenti del Ministero la gravissima situazione in cui versano, manifestando disponibilità all’apertura di un confronto, auspicabilmente in un tavolo permanente con tutti i componenti della filiera, per trovare soluzioni ai problemi del settore.

Inoltre, le ragioni della riduzione dello stanziamento previsto nella bozza della “legge di bilancio”, non dipendono sicuramente dall’operato delle società di corsa che, anzi, in periodo di emergenza sanitaria (covid 2019) hanno prestato maggiori servizi al Ministero per consentire lo svolgimento delle corse a porte chiuse e sopportato una riduzione dei ricavi.

Il calo delle entrate dei giochi che si è registrato nel 2020 e nel 2021 è stato causato esclusivamente dalle disposizioni governative, per l’emergenza dovuta al COVID-19, che hanno bloccato l’attività di raccolta delle scommesse. Ma non si tiene conto che già nel 2022 le entrate relative ai giochi ippici sono cresciute rispetto all’anno precedente.

Ciò premesso le sottoscritte società, in assenza di una adeguata modifica dello stanziamento per i servizi resi dalle società di corse in favore del Ministero che tenga conto dell’avvenuto incremento dei costi, fanno presente, loro malgrado, che a partire dal 1° gennaio p.v. non ci saranno le condizioni di legge (assenza di continuità aziendale) per la prosecuzione dell’attività di organizzazione delle corse e la fruizione da parte degli operatori dei servizi per l’allenamento“

LE SOCIETA DI CORSE FIRMATARIE

Alfea SpA Pisa
Comitato Corse Ippiche Corridonia
Gruppo Copiello Srl Padova
Hippogroup Cesenate SpA Bologna – Cesena
Hippogroup Roma Capannelle Srl Roma GL – Roma TR
Hippogroup Torinese SpA Torino
Ippica di Capitanata Corse Srl Castelluccio dei Sauri
Ippodromi dei Fiori SpA Albenga
Ippodromi Partenopei Srl Napoli GL – Napoli TR
Ippodromi Meridionali Srl SS. Cosma e Damiano
Ippodromo di Chilivani Ozieri Srl Chilivani
Ippomed Srl Siracusa GL – Siracusa TR
Marsicana Srl Tagliacozzo
Merano Galoppo Srl Merano
Nordest Ippodromi SpA Treviso GL – Treviso TR – Trieste – Ferrara
S.A.M.A.C. snc Civitanova Marche
S.A.I.T.A. Srl Aversa
San Felice Srl Firenze GL – Firenze TR
S.M.A. Srl Montegiorgio
Società Ippica Sassarese Srl Sassari
Soc. Modenese esposizione fiere corse cavalli Srl Modena
Società Varesina Incremento Corse Cavalli Srl Varese
Valentinia Srl Pontecagnano
Ippodromo Vinovo



Share
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

317692016_10230080719631353_4036908200820829651_n.jpg
317692016_10230080719631353_4036908200820829651_n.jpg (138.29 KiB) Visto 52 volte
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

Vedo che tra le Società firmatarie non c'é Sistema Cavallo che gestisce l'ippodromo di Livorno. Meno male, sarebbe stato il colmo.
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

20221206_102038.jpg
20221206_102038.jpg (322.35 KiB) Visto 39 volte
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

Tagli alle sovvenzioni....ci risiamo
La notizia del giorno è sicuramente quella del calo delle sovvenzioni di circa il 10% agli ippodromi per i prossimi 2 anni.
Dalle note si legge che la motivazione del taglio sia data dal calo delle entrate derivate dai giochi ippici.
Immediatamente dopo la notizia, le società di corse annunciano che dal 1 gennaio 2023 sospenderanno le attività.
Seguiranno nei prossimi giorni classici scambi di accuse tra operatori, allevatori e società di corse.
Ognuno cercherà(GIUSTAMENTE) di ottenere il massimo dalle sovvenzioni statali.
Nessuno invece parla del problema principale, tra l'altro specificamente citato nel testo della circolare:
"CALO DELLE ENTRATE DERIVATE DA GIOCHI IPPICI".
Mi domando.....ma è possibile che non si riesca a fare proprio niente per migliorare un poco ?
Butto lì 3 punti, senza entrare nel merito delle scommesse ma solo dell'organizzazione, ma ce ne sarebbero 100.

1) Evitare le partenze in contemporanea.
2) Programmare in maniera oculata le giornate di corse, tenendo conto dei giorni della settimana e degli orari, oltre ovviamente che della geografia.
3) Introdurre nuovamente le matinee il sabato e la domenica mattina, giornate in cui le agenzie sono piene.

Le rivoluzioni sono lunghe e complicate, e la soluzione pronta non la tiene nessuno, però a stare fermi si muore di sicuro.

Dario Trasi - Il Trottatore International
Avatar utente
prato
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 5552
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo3...

Messaggio da prato »

prato ha scritto: 06/12/2022, 13:24 Tagli alle sovvenzioni....ci risiamo
La notizia del giorno è sicuramente quella del calo delle sovvenzioni di circa il 10% agli ippodromi per i prossimi 2 anni.
Dalle note si legge che la motivazione del taglio sia data dal calo delle entrate derivate dai giochi ippici.
Immediatamente dopo la notizia, le società di corse annunciano che dal 1 gennaio 2023 sospenderanno le attività.
Seguiranno nei prossimi giorni classici scambi di accuse tra operatori, allevatori e società di corse.
Ognuno cercherà(GIUSTAMENTE) di ottenere il massimo dalle sovvenzioni statali.
Nessuno invece parla del problema principale, tra l'altro specificamente citato nel testo della circolare:
"CALO DELLE ENTRATE DERIVATE DA GIOCHI IPPICI".
Mi domando.....ma è possibile che non si riesca a fare proprio niente per migliorare un poco ?
Butto lì 3 punti, senza entrare nel merito delle scommesse ma solo dell'organizzazione, ma ce ne sarebbero 100.

1) Evitare le partenze in contemporanea.
2) Programmare in maniera oculata le giornate di corse, tenendo conto dei giorni della settimana e degli orari, oltre ovviamente che della geografia.
3) Introdurre nuovamente le matinee il sabato e la domenica mattina, giornate in cui le agenzie sono piene.

Le rivoluzioni sono lunghe e complicate, e la soluzione pronta non la tiene nessuno, però a stare fermi si muore di sicuro.

Dario Trasi - Il Trottatore International
Sig. Trasi, ho letto le sue proposte: mi scusi, ma ci sono cose ben più importanti, in altre parole, ci vuole ben altro per contrastare il calo delle entrate derivate da giochi ippici, sempre che si sia ancora in tempo
Rispondi