Speriamo2...

Sezione dedica alle news in generale

Moderatore: pierre

Avatar utente
prato
CHORSE Expert
CHORSE Expert
Messaggi: 2030
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo2...

Messaggio da prato »

Trinity ha scritto: 24/04/2021, 13:35
prato ha scritto: 24/04/2021, 13:28
Trinity ha scritto: 24/04/2021, 12:09

Da miei fonti parrebbe che dal 1°Maggio sarà consentito a 1000 spettatori, previa misurazione della temperatura e disinfezione delle mani, di accedere all'ippodromo di San Siro.
Già da questo week end dovrebbe essere consentito l'accesso al tondino anche ai proprietari, ma uso il condizionale in quanto sono notizie riportate.
Situazione paradossale. Le Agenzie ippiche, é certo, per adesso non riaprono. Se non si può giocare nelle Agenzie non si può giocare nemmeno alle macchinette all'ippodromo per cui consentire alla gente di andare all'ippodromo ma non di giocare é come riaprire un ristorante senza che funzioni la cucina.
E' presto detto: le agenzie ippiche sono luoghi al chiuso, gli ippodromi all'aperto. E il nuovo decreto riaperture privilegia questi ultimi. Da giugno possibile riaprano anche i luoghi chiusi, a seconda dell'andamento dei contagi.
Si, ma le macchinette sono ubicate al chiuso per cui riaprirebbero gli ippodromi ma non il gioco
Avatar utente
Dottò
FREEFORALL Expert
FREEFORALL Expert
Messaggi: 3666
Iscritto il: 19/10/2020, 8:22

Re: Speriamo2...

Messaggio da Dottò »

prato ha scritto: 24/04/2021, 13:37
Trinity ha scritto: 24/04/2021, 13:35
prato ha scritto: 24/04/2021, 13:28

Situazione paradossale. Le Agenzie ippiche, é certo, per adesso non riaprono. Se non si può giocare nelle Agenzie non si può giocare nemmeno alle macchinette all'ippodromo per cui consentire alla gente di andare all'ippodromo ma non di giocare é come riaprire un ristorante senza che funzioni la cucina.
E' presto detto: le agenzie ippiche sono luoghi al chiuso, gli ippodromi all'aperto. E il nuovo decreto riaperture privilegia questi ultimi. Da giugno possibile riaprano anche i luoghi chiusi, a seconda dell'andamento dei contagi.
Si, ma le macchinette sono ubicate al chiuso per cui riaprono gli ippodromi ma non il gioco
Non so se si faccia differenza tra ippodromo ed ippodromo, ma a Milano galoppo le macchinette sono sia al chiuso, che al semi chiuso (in pratica sotto una tettoia ma con tutti i lati aperti) ed all'aperto, cosa simile a Pisa, a Varese ed a Merano. Comunque, come fanno molti, si può andare all'ippodromo e giocare dal telefono o dal tablet. Non so i picchetti, a Milano stavano sotto la tettoia semi-aperta.
se tutto va bene siamo rovinati :crazy:
Avatar utente
prato
CHORSE Expert
CHORSE Expert
Messaggi: 2030
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo2...

Messaggio da prato »

Dottò ha scritto: 24/04/2021, 13:51
prato ha scritto: 24/04/2021, 13:37
Trinity ha scritto: 24/04/2021, 13:35

E' presto detto: le agenzie ippiche sono luoghi al chiuso, gli ippodromi all'aperto. E il nuovo decreto riaperture privilegia questi ultimi. Da giugno possibile riaprano anche i luoghi chiusi, a seconda dell'andamento dei contagi.
Si, ma le macchinette sono ubicate al chiuso per cui riaprono gli ippodromi ma non il gioco
Non so se si faccia differenza tra ippodromo ed ippodromo, ma a Milano galoppo le macchinette sono sia al chiuso, che al semi chiuso (in pratica sotto una tettoia ma con tutti i lati aperti) ed all'aperto, cosa simile a Pisa, a Varese ed a Merano. Comunque, come fanno molti, si può andare all'ippodromo e giocare dal telefono o dal tablet. Non so i picchetti, a Milano stavano sotto la tettoia semi-aperta.
A Cesena, Bologna, Firenze, Modena, Padova, le macchinette sono tutte sotto la tribuna al chiuso.
178419441_3010422725908441_7217104323508675431_n.jpg
178419441_3010422725908441_7217104323508675431_n.jpg (144.19 KiB) Visto 76 volte
Trinity
Intermediate FFA
Intermediate FFA
Messaggi: 562
Iscritto il: 26/10/2020, 14:13

Re: Speriamo2...

Messaggio da Trinity »

Dottò ha scritto: 24/04/2021, 13:51
prato ha scritto: 24/04/2021, 13:37
Trinity ha scritto: 24/04/2021, 13:35

E' presto detto: le agenzie ippiche sono luoghi al chiuso, gli ippodromi all'aperto. E il nuovo decreto riaperture privilegia questi ultimi. Da giugno possibile riaprano anche i luoghi chiusi, a seconda dell'andamento dei contagi.
Si, ma le macchinette sono ubicate al chiuso per cui riaprono gli ippodromi ma non il gioco
Non so se si faccia differenza tra ippodromo ed ippodromo, ma a Milano galoppo le macchinette sono sia al chiuso, che al semi chiuso (in pratica sotto una tettoia ma con tutti i lati aperti) ed all'aperto, cosa simile a Pisa, a Varese ed a Merano. Comunque, come fanno molti, si può andare all'ippodromo e giocare dal telefono o dal tablet. Non so i picchetti, a Milano stavano sotto la tettoia semi-aperta.
Dottò ha detto una cosa giusta e in effetti quelle al chiuso a Milano non sono molte, quasi tutte sono all'aperto o sulle tribune aperte o nella zona sala ippica all'aperto. Purtroppo non in tutti gli ippodromi è la stessa cosa.
Ne sapremo di più tra qualche giorno :thumbup:
Avatar utente
prato
CHORSE Expert
CHORSE Expert
Messaggi: 2030
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo2...

Messaggio da prato »

Dal sindacato allenatori e guidatori un appello al ministro del Mipaaf per salvare i lavoratori della filiera ippica.
Il Sindacato italiano allenatori e guidatori lancia un appello direttamente al ministro per le politiche agricole Stefano Patuanelli. Poche parole che vanno dritte al punto della questione perché "un suo aiuto istituzionale - scrivono dal Siag - salverebbe molti lavoratori della filiera ippica".

"Come associazione di lavoratori professionisti del settore ippico - questo il messaggio inviato a Patuanelli da Gabriele Baldi e Giovanni La Rosa, del Siag -, per il bene del nostro sport le scriviamo per chiederle di adoperarsi perché venga data la possibilità allo stesso di poter riaprire al pubblico gli ippodromi con il rispetto delle regole da parte di tutti. Rimaniamo in attesa di un suo aiuto istituzionale che salverebbe molti lavoratori della filiera ippica".
Trinity
Intermediate FFA
Intermediate FFA
Messaggi: 562
Iscritto il: 26/10/2020, 14:13

Re: Speriamo2...

Messaggio da Trinity »

A sentire qualche addetto ai lavori ancora non è certo che sabato San Siro riaprirà al pubblico anzi parrebbe vi stiano ripensando sul posticipare tutto a Giugno.
Ne sapremo di più, forse, tra qualche giorno :problem:
Avatar utente
prato
CHORSE Expert
CHORSE Expert
Messaggi: 2030
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo2...

Messaggio da prato »

Ippica, Battistoni (Mipaaf): “Al lavoro su riapertura al pubblico”. Pautasso (Federippodromi): “Incomprensibile esclusione impianti all’aperto come il nostro”
26 Aprile 2021 - 11:12
Presente ieri a Capannelle, a Roma, il senatore di Fi Francesco Battistoni, Sottosegretario di Stato al Mipaaf con delega all’Ippica, ha provato a rassicurare il settore: “Al termine della prima ondata gli ippodromi sono stati i primi a riaprire al pubblico, questa settimana lavoreremo su questa ipotesi sperando di dare al più presto una risposta positiva”, ha detto.

“È la mia prima uscita pubblica da sottosegretario e sono molto felice perché ci tenevo ad essere qui all’Ippodromo Capannelle, ospite di Hippogroup, in una giornata importante come questa, per iniziare ad assaporare dal vivo un mondo stupendo come questo. – ha affermato Battistoni – L’ippica ha bisogno di una mano e sappiamo che viene da diverse difficoltà, abbiamo un arco temporale relativamente breve però credo che qualche segnale positivo siamo in grado di darlo”.

Sull’assenza di pubblico è intervenuto Elio Pautasso, Presidente di Federippodromi e Direttore generale Hippogroup Roma Capannelle: “Nel nuovo Decreto Legge sulle riaperture non sono menzionate le sale gioco e di conseguenza gli ippodromi. Inoltre troviamo incomprensibile che permettano l’ingresso in sale chiuse, come cinema e teatri, e che invece venga negato ad impianti all’aperto come il nostro”.
Emmebi
Talented FFA
Talented FFA
Messaggi: 260
Iscritto il: 24/10/2020, 17:41

Re: Speriamo2...

Messaggio da Emmebi »

Lette e sentite le ultime dichiarazioni sarebbe imminente la riapertura al pubblico..... :thumbup:
Avatar utente
prato
CHORSE Expert
CHORSE Expert
Messaggi: 2030
Iscritto il: 31/05/2020, 14:57

Re: Speriamo2...

Messaggio da prato »

Il sottosegretario Francesco Battistoni annuncia di essere al lavoro per la costituzione di un tavolo di concertazione con tutte le categorie dell'ippica e per la riapertura al pubblico degli ippodromi.

"Dobbiamo mostrare l'attenzione della politica a questo mondo dalle grandi capacità ma frazionato e per questo va attivato un tavolo di concertazione. Ho incontrato gli operatori del galoppo domenica scorsa e oggi gli operatori del trotto. Ci sono molte idee, dobbiamo metterci tutti intorno allo stesso tavolo, capire che l'obiettivo è comune e concertare insieme le soluzioni migliori. Sono convinto che potremo dare forte slancio al settore".

Da Francesco Battistoni, sottosegretario al Mipaaf con delega all'ippica, arriva una nuova presa di posizione verso l'atteso rilancio e riavvio a pieno regime del comparto, dopo le richieste avanzate in tal senso da varie voci della filiera nei giorni scorsi per la riapertura degli ippodromi al pubblico e la ripresa dell'attività di accettazione delle scommesse.

L'occasione è offerta dalla partecipazione di Battistoni al Gran Premio Regione Campania svoltosi all'Ippodromo di Agnano nella giornata di ieri, 1° maggio.
Sul ritorno del pubblico in tribuna negli ippodromi dove si corre a porte chiuse dallo scorso ottobre 2020, Battistoni puntualizza. "Stiamo lavorando con il capo dipartimento Abate, come per la prima riapertura dove siamo stati i primi a riaprire al pubblico - ha detto Battistoni. "In più abbiamo dalla nostra - ha concluso il sottosegretario all'ippica - il dispositivo redatto per la partecipazione agli internazionali di tennis e quindi essendo gli ippodromi all'aperto lavoreremo in questa direzione per consentire quanto prima la partecipazione del pubblico anche nei nostri impianti".

Francesco Saverio Abate quindi fornisce ulteriori dettagli sulla questione: "Entro questa settimana probabilmente riusciremo a riaprire al pubblico questi meravigliosi impianti. L'ippica è stato l'unico settore rimasto sempre aperto in la pandemia, manca l'ultimo passaggio di dare al grande pubblico la possibilità di vedere dal vivo queste meravigliose corse. Stiamo predisponendo la convenzione con gli ippodromi, abbiamo già registrato il primo anticipo del 40 percento per quasi tutti gli impianti e a breve seguirà il pagamento di tutto il resto. Il trotto e il galoppo scontano una lentezza eccessiva e di questo sono il primo a dolermene, ma il lockdown con il personale in smart working non fluidifica il lavoro semmai lo rallenta ancora di più".

I rappresentanti del ministero per le Politiche agricole e forestali sono stati ricevuti dagli amministratori di Agnano, Pier Luigi e Luca D'Angelo, con visita alle strutture: tribune, recinto di isolamento cavalli gp, piste e centro di ippoterapia.

Massiccia la partecipazione delle categorie nazionali del trotto con il presidente degli allevatori (Anact) Ubaldo La Porta, il commissario sindacato proprietari (Snapt) Antonio Somma, il rappresentante comitato guidatori allenatori (Ciga) Giovanni Sibilio, il delegato sindacato allenatori guidatori (Siag) Gennaro Riccio.

IL COMMENTO DEL SIAG - Il primo a dare riscontro alle parole di Battistoni è il Siag - Sindacato italiano allenatori guidatori, che ritiene l’intervento del sottosegretario "molto equilibrato, razionale e propositivo" ed evidenzia, rivolgendosi al settore, la necessità di "incontrarsi, e di elaborare dei punti condivisi da portare all'attenzione del Mipaaf" nell'annunciato tavolo di concertazione. Altrettanto fondamentale per il Siag è chiedere "tutti insieme di riaprire al pubblico gli ippodromi, in considerazione degli eventi che sono in calendario da maggio in poi".

ANACT, LA PORTA: "DA BATTISTONI RINNOVATO IMPULSO ALLA QUESTIONE IPPICA" - "La bella giornata ippica di ieri, 2 maggio, ad Agnano non ha soltanto segnato un’ulteriore tappa del programma primaverile dei nostri migliori 4 anni (e mi congratulo personalmente con tutti gli allevatori che il Gran Premio Regione Campania, Filly e Open, hanno magnificamente illustrato coi loro prodotti) ma ha fatto registrare importanti presenze, che ci fanno sentire meno soli". Lo scrive, in una nota, Ubaldo La Porta, presidente dell'Anact - Assocazione nazionale allevatori del cavallo trottatore. "Il sottosegretario con delega all'ippica, Francesco Battistoni, accompagnato dal capo dipartimento Francesco Saverio Abate, hanno assistito con noi all'intera giornata di corse, apprezzando l’intensità delle gare e la cortesia degli ospiti. La loro presenza, come quella di Paolo Russo e del giovane sindaco Francesco Maria Rubàno, testimonia, per la prima volta dopo anni, forse decenni, di una particolare, immediata sensibilità di questa classe politica alle problematiche del comparto. Il sottosegretario ha voluto cominciare il suo percorso con 'l'esserci'. Ha testimoniato con la sua presenza di conoscere a fondo l'unico metodo vincente per affrontare e risolvere i problemi: cominciare a conoscerli scendendo in campo, osservando da vicino chi li vive quotidianamente. Una presenza, la sua, per niente scontata, decisamente significativa di una precisa volontà politica, che decisamente ci conforta. È ciò di cui l'ippica ha bisogno e che mancava da troppo tempo: l’attenzione di una classe politica disponibile all'ascolto e al confronto, presente 'sul campo' e determinata a dare il proprio contributo fattivo all’esame degli innumerevoli nostri problemi, cercando, in tempi ragionevolmente brevi e di concerto con gli operatori, di pervenire a soluzioni strutturali. In questa direzione intendo, personalmente e in rappresentanza di tutti gli allevatori del trotto, offrire loro, a mia volta, la più ampia, leale e trasparente collaborazione affinché, insieme, si possa raggiungere il traguardo necessario del rilancio del nostro settore, riportandolo ai fasti che la nostra passione merita. Un sentito particolare ringraziamento, dunque, al sottosegretario, Francesco Battistoni, e a tutti gli altri esponenti politici presenti, e la promessa di offrire alla loro azione politica, se e quando lo vorranno, tutto il nostro impegno, tutta la nostra collaborazione, tutte le nostre energie per conseguire l’obiettivo che oggi ci è parso meno lontano".
Rispondi